Teoria Vibratoria e Risonanza /2

Standard

(continua da: “Teoria Vibratoria e Risonanza /1“)

Già nel Gandharva Veda furono riuniti un gran numero di testi che si riferivano alla metafisica e alla fisica del suono, alla semantica e al simbolismo musicale, alla storia e alla teoria della musica, e inoltre ad applicazioni artistiche, magiche e terapeutiche dei fenomeni sonori.
 
Il corpo umano √® un sistema concepito per vibrare. E’ uno¬†strumento che emette vibrazioni e suoni propri, ma la maggior parte di essi non sono udibili. Il corpo e la psiche ricevono suoni e musica, li trasformano interiormente in emozioni e “rispondono” con vibrazioni proprie, con una musica propria, cos√¨ come ci insegna il Nada Yoga, lo yoga del suono.
 
La musica risveglia tutti i nostri centri energetici (Chakra), regola la produzione e il riassorbimento di neurotrasmettitori e peptidi (quelle macromolecole che alleviano il dolore e la sofferenza, agendo su specifici recettori cerebrali),¬†coinvolge il corpo e la psiche in vari modi: il sistema uditivo, il cuore, il sistema nervoso, il sistema endocrino, la pelle, il respiro, il subconscio, l’inconscio.

Quando ci lasciamo andare all’ascolto, ci abbandoniamo al flusso e ci apriamo a un livello di coscienza pi√Ļ ampio. Non esiste pi√Ļ la mente egocentrica che “pensa di ascoltare la musica”, ma l’unit√† mente-corpo sar√† immersa nella musica, sar√† musica.¬†
Immagini e fantasia aggirano i processi difensivi dell’inconscio, e¬†l’azione motoria spontanea viene liberata.

Tutte le cose che vibrano sono sensibili tra di loro e si influenzano a vicenda mediante la legge sottile dello scambio vibratorio. Siccome il corpo si comporta come un diapason messo vicino ad un altro diapason accade che i corpi e i loro componenti entrano in risonanza simpatica o simpatetica e si mettono a vibrare alla stessa frequenza. 
Il corpo in stato di riposo vibra ad una frequenza di 8 cicli al secondo, che √® anche la frequenza delle onde cerebrali “Alpha”, prodotte dal cervello in stato di rilassamento, come anche la frequenza fondamentale della vibrazione terrestre.

Il nostro apparato uditivo √® limitato nella percezione delle frequenze acustiche in un range compreso tra 20 cicli al secondo (Hz) e 20.000 cicli al secondo (Hz). Al di sopra (ultrasuoni) e al di sotto (infrasuoni), non siamo in grado di percepire nulla. L’elettroencefalogramma evidenzia cinque tipi di onde emesse dal nostro cervello:
Beta  (13 Р30 Hz) sono proprie delle normali attività di veglia o fase REM del sonno, indicano che la corteccia cerebrale è attivata;
Alpha (8 ‚Äď 13 Hz)¬†sono associate a uno stato di veglia ma rilassata. La mente √® calma e ricettiva. E‚Äô lo stato ideale per lo studio o la meditazione;
Theta (4 Р8 Hz) sono tipiche di uno stato meditativo profondo e/del dormi/veglia;
Delta (0,5 Р4 Hz) sono caratteristiche del sonno profondo e del coma.
Le onde Gamma sono rare e relative a frequenze superiori ai 30 Hz nel range 30-90 Hz e sono correlate con la volontà e i profondi poteri psichici.
La meditazione consiste nell’alterare, con la forza di volonta’, il proprio stato cerebrale. Applicare uno sonoro alla giusta frequenza¬†pu√≤ aiutare a raggiungere lo stato desiderato.

Fin dalla nostra infanzia abbiamo vissuto, sperimentato ed immagazzinato diversi modelli sonori, associando a ciascuno di essi una sensazione, un significato, una circostanza: tutti questi suoni possono essere definiti modelli sonori condizionati, derivanti da una associazione mentale. 
Esistono per√≤ anche dei modelli sonori incondizionati, a cui appartiene tutta una gamma di “suoni primitivi“, puro riflesso delle emozioni e comprensibili da tutti senza bisogno di precedenti condizionamenti cognitivi. Oggigiorno esistono solo due suoni incondizionati (primitivi): il pianto e il riso; tutti gli altri suoni primitivi sono ormai scomparsi insieme ad una parte della spontaneit√† comportamentale.¬†
La musica ha il grande potere di suscitare forti sensazioni emotive, in funzione del tipo di esperienza personale se si tratta di suoni condizionati o comuni a tutti gli individui se si tratta di suoni primitivi, contribuendo in tal modo a rimuovere¬†l’enorme bagaglio di accumuli emotivi che sono la principale causa dei fenomeni patologici a sfondo psicosomatico.

Il Talamo √® la struttura fisica dove le sensazioni e le emozioni, per mezzo del ritmo sonoro, provocano una risposta automatica inconscia. A livello corticale possiamo apprezzare un’armonia, ma e’ solo a livello subcorticale (come anche per gli animali) che possiamo “capirla”.
La musica generalmente invia due messaggi: uno che si indirizza all’emisfero sinistro del cervello, quello della percezione cosciente; l’altro, il piu’ debole, che viene percepito dall’emisfero destro, dall’inconscio.

La risonanza pu√≤ essere utilizzata in musicoterapia per indurre la persona a sentirsi accolta e compresa, senza l’ausilio di parole, e pu√≤ riportare ciascuno di noi alle esperienze originarie vissute nella nostra storia personale fin dall’istante del concepimento.¬†La vita all’interno del grembo materno √® infatti un susseguirsi di fenomeni¬†acustico-sonori che impregnano di esperienza il bambino che sta crescendo ed influenzeranno la sua vita futura.¬†
Possiamo lasciarci cullare dalla melodia, dall’armonia, dal ritmo e dal timbro in un abbraccio che ricorda quello del grembo materno, oppure possiamo liberare le nostre emozioni con un’esplosione incontrollata di gesti, liberando l’azione motoria spontanea.¬†

Riferimenti: 
http://www.amadeux.net

[continua]

Annunci

»

  1. Pingback: Teoria Vibratoria e Risonanza /1 « BellyZen¬©

  2. Pingback: Teoria Vibratoria e Risonanza /3: implicazioni con la Danza « BellyZen¬©

  3. Questo Ť il blog giusto per tutti coloro che vogliono capire qualcosa su questo argomento. Trovo quasi difficile discutere con te (cosa che io in realtŗ vorrei… haha). Avete sicuramente dato nuova vita a un tema di cui si Ť parlato per anni. Grandi cose, semplicemente fantastico!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...