Bioenergetica/1

Standard

“Siete il vostro corpo” (A. Lowen)

La bioenergetica, fondata in America negli anni cinquanta da Alexander Lowen, brillante allievo di Wilhem Reich, viene definita “una psicoterapia a mediazione corporea“: significa che pone al centro l‚Äôidentit√† funzionale tra corpo e mente, partendo dal concetto di unitariet√† della persona.
Secondo questa visione che intende lo psichico e il somatico come funzioni strettamente correlate alla funzione energetica globale, le tensioni muscolari rappresentano la controparte fisica di conflitti psichici che si sviluppano attraverso esperienze traumatiche infantili. I conflitti si strutturano nel corpo sotto forma di restrizione del respiro e limitazione della motilità,  si cronicizzano e diventando parte inconsapevole della struttura corporea e del modo di essere dell’individuo. 

La bioenergetica rappresenta un ponte fra la filosofia orientale e la psicologia occidentale. Parte dal presupposto che ogni individuo disponga di una energia vitale che consente l’interazione fra corpo e mente: e’ lo stesso concetto espresso in modo differente a seconda degli influssi culturali che ritroviamo nei Veda, nelle discipline del Sol Levante, nella Bibbia.¬†Nella tradizione ebraica √® il “Soffio Vitale” con cui Dio anima gli esseri umani dandogli vita e coscienza, in India la chiamano ‚ÄúPrana‚ÄĚ, in Giappone ‚ÄúKi‚ÄĚ, in Cina ‚ÄúQi‚ÄĚ, in Polinesia e alle Hawaii ‚ÄúMana‚ÄĚ. Ippocrate la chiamava ‚ÄúVis Mediatrix Naturae‚ÄĚ e nell‚Äôantica Grecia di Galeno era ‚ÄúPneuma‚ÄĚ. Ermete Trismegisto la chiam√≤ ‚ÄúTelesma‚ÄĚ, l’alchimista Robert Fludd “Spiritus” e gli adepti della Kabala “Luce Astrale“. E ancora venne chiamata “Fluido Magnetico” da Mesmer e “Energia Orgonica” da Wilhelm Reich. ¬†E’ ¬†l‚Äôanima della forza e dell’energia stessa, l’essenza di ogni movimento. √ą presente in tutto e penetra tutte le forme della materia, senza essere materia in s√©. E’ √® pi√Ļ concentrata in certi posti, come la cima delle montagne o le zone vicino ai fiumi, manifestandosi come maggior concentrazione di ioni negativi, mentre nei luoghi inquinati la si trova indebolita.

Tale energia si manifesta soprattutto nel radicamento o¬†grounding, ossia la postura. Il termine “grounding” si pu√≤ tradurre in italiano con l’espressione “essere sulle proprie gambe”, “avere i piedi per terra” e diventa uno degli obiettivi terapeutici fondamentali dell’Analisi Bioenergetica. Avere un buon grounding significa mantenere il contatto con la propria realt√† esterna ed interna e con le proprie sensazioni, essere presenti a se stessi.
Cardine del grounding e’ la capacit√† di lasciarsi respirare liberamente, cercando di far scendere il proprio baricentro fino alla pancia, punto che gli orientali chiamano “hara“.¬†

Tutti gli esercizi della bioenergetica hanno¬†lo scopo di far aumentare la sensazione di contatto con se stessi e con la realt√†, di rendersi consapevoli dei propri movimenti in associazione alle emozioni, di ampliare la respirazione e migliorare la circolazione dell’energia nel corpo. Disponendo¬†di maggiore energia, il soggetto comincia a tornare in contatto con le emozioni represse potendo cos√¨ integrarle all’interno della propria personalit√†.

[continua]

“Una persona che non respira a fondo riduce la vita del corpo. Se non si muove liberamente, limita la vita del corpo. Se non sente pienamente, restringe la vita del corpo. E se reprime la propria autoespressione, limita la vita del corpo.” (A. Lowen)

Annunci

Una risposta »

  1. Pingback: Bioenergetica /2 « BellyZen¬©

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...